Cancro

Caratteristiche del segno
22 giugno - 22 luglio




Condividi:
Cancro: immagine di J. Hevelius
Il periodo del Cancro inizia con il solstizio d'estate, il giorno più lungo dell'anno: il Cancro è dunque un Segno Cardinale. Eppure, proprio a partire dal solstizio, le giornate iniziano ad accorciarsi: il Cancro (o granchio) simboleggia il movimento a ritroso del Sole, e il Segno è governato dalla Luna, il Luminare notturno. La Luna esercita un forte influsso sulla Terra (basti pensare alle maree), e il nativo del Cancro risente di questo influsso, che porta una grande sensibilità e una pronta intuizione, provoca sbalzi d'umore, e rende le persone nervose e impressionabili. Il Cancro è un Segno di Acqua, e dunque è dotato di immaginazione, sensibilità e tatto. I nativi del Cancro saranno dunque impressionabili e mai indifferenti, ma portati a provare forti simpatie o antipatie verso le persone, le cose e le idee. Dotati di senso religioso e del culto del passato e della memoria, tenderanno anche a sognare molto e ad essere superstiziosi.
Il nato in questo Segno si preoccupa troppo per cose inutili e per le opinioni altrui, è diffidente anche nei confronti di chi gli sta vicino, e tende ad offendersi facilmente, rivelando elementi di infantilismo. È suscettibile e aggressivo, anche se per difesa. Quando è di cattivo umore, è portato a polemizzare senza motivo, ed è allora meglio lasciarlo stare e trattarlo con gentilezza. Tende anche a somatizzare se ha problemi o preoccupazioni. Però è anche spontaneo, spiritoso e generoso. È capace di aiutare gli altri. E' bisognoso d'affetto, e tende a farsi influenzare un po' troppo. Sente comunque il bisogno di uno spazio, di un guscio in cui nessuno possa entrare. Ha il senso del denaro, come anche della casa; è in genere abitudinario e tradizionalista, anche se ama i viaggi e la varietà. Idealista, ama la famiglia e la patria, ed è disposto a sacrificarsi per gli altri o per un ideale. Non sopporta però l'autoritarismo, e può avere conflitti col padre o con un partner che tenda ad imporsi. È cocciuto e ostinato, e non cambia idea facilmente. Il nativo del Cancro ama conservare le cose e il collezionismo, come pure i lavori di precisione. Nel lavoro riesce a svolgere compiti difficili e minuziosi, ma ha problemi se deve sottomettersi a un capo: il capo vuole essere lui. Per questo in genere nei rapporti lavorativi ha delle difficoltà iniziali, che poi supera grazie alla sua caparbietà, così che alla lunga avrà una carriera brillante.
La Luna è il governatore del Cancro
L'uomo Cancro
Il carattere dell'uomo Cancro presenta dei lati infantili: può essere capriccioso e pretendere delle cose dagli altri, può essere permaloso e fare la vittima per ottenere più attenzione, o cercare di conquistarsi la benevolenza altrui con un atteggiamento dolce e suadente. Introverso, vive in un mondo tutto suo. È timido e insicuro e tende ad essere chiuso. Conservatore e tradizionalista, tende ad essere proiettato all'indietro e nostalgico verso il passato. Ama la casa, la famiglia e ciò che lo fa sentire al sicuro. La sua pigrizia è proverbiale. Nei suoi slanci idealistici però sa essere coraggioso. Tende ad attaccarsi agli altri, è possessivo e geloso, e fedele con la partner. Spesso cerca in lei una figura materna. Nelle altre persone infatti cerca protezione e sicurezza, anche se non sempre lo dà a vedere. È affettuoso ed è facile che trovi una partner che vada pazza per il suo carattere di bambino e per la sua fedeltà. La partner dovrà però stare attenta, perché lui tenderà poi a prendere il sopravvento e ad imporsi segretamente, e magari a farla sentire in colpa e persino a plagiarla. Nel lavoro è paziente e tenace, e può ottenere molto, purché si liberi della paura del nuovo.
La donna Cancro
Più istintiva che razionale, è sensibile e vulnerabile, e tende alla malinconia. È però dolce e sa dedicarsi agli altri. È affettuosa, protettiva e materna, e sogna il matrimonio e una famiglia stabile e allegra. Saranno attratti da lei gli uomini che cercano una figura materna, magari proprio gli uomini del Cancro. Deve stare attenta a non essere troppo servizievole con chi se ne potrebbe approfittare. Comunque anche lei ha bisogno di affetto e protezione, e si troverà bene con un uomo serio e capace. Per lei l'amore è un terreno difficile, perché ha paura di aprirsi e di mostrare la sua vulnerabilità. Tende a rimuginare il passato e le cose dette e fatte da chi le sta vicino. Magari giunge da sola a conclusioni negative e può fare la vittima. Si complica da sola inutilmente la vita; tende però a complicarla anche agli altri, trascinandoli nei suoi tormenti. Quando è di buon umore sa però essere spiritosa e allegra, e sa far valere le sue doti di intuizione e la sua capacità di osservazione. Con i figli è perfetta quando questi sono piccoli; quando crescono, c'è il rischio che rimanga troppo protettiva.
La prima decade
I nati nella prima decade del Segno hanno come Pianeta personale la Luna, che è già il governatore del Segno, il che rende dunque ancora più evidenti le caratteristiche tipiche dei nativi del Cancro, come la sensibilità, la fragilità e l'insicurezza. I nati in questa decade saranno anche particolarmente dolci e comprensivi, accoglienti, e ameranno la casa, la sicurezza e il senso di protezione della vita domestica. Avranno però anche la tendenza a non risolvere le proprie debolezze, e risulterà così difficile stabilire con loro un rapporto profondo e duraturo, a meno che non li si sappia capire e apprezzare fino in fondo per quello che sono.
La seconda decade
I nati nella seconda decade del Segno hanno come Pianeta di riferimento personale Marte, il Pianeta dell'energia e della combattività. Grazie all'influsso di Marte, i nati in questa decade avranno più forza e capacità di perseguire i propri obiettivi, bilanciando così gli influssi della Luna, che tendono a rendere un po' troppo passivi e impressionabili i nati nel Cancro. L'influsso del Pianeta rosso per questo Segno è dunque in generale positivo; un lato negativo però potrebbe essere l'aggressività conferita da Marte, che combinata con la cocciutaggine dei nati nel Cancro, potrebbe rendere un po' difficile avere a che fare con loro.
La terza decade
I nati nella terza decade del Segno hanno come Pianeti personali Giove e Nettuno. Giove è il Pianeta della fortuna e della felicità, della sincerità e della nobiltà di carattere, mentre Nettuno è il Pianeta dell'idealismo, dell'inventiva e della trasformazione, ma anche della sensibilità, della nostalgia e della malinconia, e può portare a vivere "tra le nuvole", accentuando ulteriormente la sensibilità e l'instabilità del Cancro. Il risultato è un conflitto tra forze contrastanti, che può rendere ancora più insicuro il nativo del Cancro, portandolo alla necessità di risolvere in primo luogo i conflitti interiori.
Il simbolo astronomico del Cancro

Torna ai segni zodiacali