Il Triangolo Invernale

Osserviamo il cielo


Condividi:
Il triangolo invernale è uno degli asterismi più riconoscibili del cielo notturno. La costellazione di Orione è un ottimo punto di partenza per osservare altre stelle. Proseguendo lungo la retta individuata dalle tre stelle che compongono la cintura di Orione, si può individuare da una parte (vale a dire in direzione sud-est, quindi in basso a sinistra) Sirio, la stella più luminosa del cielo con la sua magnitudine di -1,47, appartenente alla costellazione del Cane Maggiore. Non è difficile individuare Sirio perché è la stella più luminosa, e si trova in basso. A nord-est della cintura (quindi in alto a sinistra) si trova invece Procione, nella costellazione del Cane Minore, avente una magnitudine di 0,37. Insieme a Betelgeuse, queste due stelle danno vita al cosiddetto "triangolo invernale".
Il Triangolo invernale
Fig.1 - Il triangolo invernale.
All'interno del triangolo passa la Via Lattea, individuabile nelle notti in cui la visibilità è buona, come una striscia leggermente luminosa che percorre il cielo.
Il triangolo invernale è visibile a tarda notte in autunno, mentre all'inizio dell'inverno è visibile verso sud-est nelle prime ore della notte, e culmina a sud intorno alla mezzanotte. A marzo è visibile verso sud-ovest nelle prime ore della notte, dopodiché andrà a tramontare. Nei mesi successivi, in primavera e in estate, il triangolo invernale diventa invisibile perché si trova sopra l'orizzonte di giorno.